Naso e letteratura, il potere delle parole: “Profumi” di Philippe Claudel. Nez et littérature, le pouvoir des mots: “Parfums” de Philippe Claudel

(en français après la photo) Un giorno parlavo di libri con Sophie (uno dei nostri argomenti preferiti in comune con le altre donneconlozaino) e mi aveva consigliato di leggere La nipote del signor Linh, breve romanzo capace di lasciare una traccia indelebile. Ne riparlammo ancora quando la invitai al Théâtre Lucernaire per assistere al monologo dellaContinua a leggere “Naso e letteratura, il potere delle parole: “Profumi” di Philippe Claudel. Nez et littérature, le pouvoir des mots: “Parfums” de Philippe Claudel”

Vox

Tra i libri consigliati nel laboratorio “Curarsi con i libri”, uno tra quelli indicati mi ha colpito particolarmente perché parla di afasia. L’afasia di cui si tratta in questo romanzo distopico riguarda il mondo femminile. L’autrice è una neurolinguista come la protagonista del libro e immagina un’America governata da fanatici religiosi, i cosiddetti “Puri”, un’AmericaContinua a leggere “Vox”

“Canto degli speroni rossi” di Grazia Fresu

È appena uscito il romanzo della poetessa, scrittrice e giornalista Grazia Fresu, alla quale abbiamo dedicato il capitolo Una poetessa tra due mondi nel nostro libro Donne con lo zaino. Storie di donne sempre in cammino. Grazia contribuisce regolarmente alla scrittura di questo blog inviandoci articoli dall’Argentina, suo Paese d’adozione da ormai vent’anni. Siamo moltoContinua a leggere ““Canto degli speroni rossi” di Grazia Fresu”

Podcast4: Una poetessa tra due mondi

Ecco il quarto podcast registrato per RadioOne/RadioMir e Radio Inondazioni con la storia di Grazia Fresu, con un estratto dal libro “Donne con lo zaino. Storie di donne sempre in cammino” (Elliot ed.), pag. 72, cap. 3: “Tra libri e parole”. In un altro articolo parliamo del romanzo appena pubblicato da Grazia, “Canto degli speroniContinua a leggere “Podcast4: Una poetessa tra due mondi”

Una rete transalpina

Dal 5 agosto, data di uscita nelle librerie del libro DONNE CON LO ZAINO, siamo ormai alla ventesima presentazione. Tutte diverse, tutte interessanti come l’evento organizzato dall’associazione COSTRUISCI UN SORRISO per sostenere un progetto umanitario in Congo. Siamo state poi invitate il 31 ottobre nell’ambito del festival “LATO DONNA”- UMBRIA LIBRI 2021. Il nostro calendarioContinua a leggere “Una rete transalpina”

Leggere i classici

Ogni anno, a settembre, Feltrinelli scuola pubblica un catalogo per docenti e alunni, aperto da tre articoli, uno del responsabile editoriale, uno di uno scrittore e uno di un docente. Lo scorso anno una “donna con lo zaino”, professoressa di Storia e Filosofia che ha già scritto per noi , è stata scelta per direContinua a leggere “Leggere i classici”

podcast 3: Carla e la libroterapia

Dal libro DONNE CON LO ZAINO. STORIE DI DONNE SEMPRE IN CAMMINO (Elliot ed.) in libreria dal 5 agosto, ecco il terzo podcast dedicato alla storia di Carla, “Un libro ci salva la vita”, pag. 75, III capitolo: TRA LIBRI E PAROLE. Carla è una libroterapista e ci racconta della sua passione per le storieContinua a leggere “podcast 3: Carla e la libroterapia”

podcast 2: Hevi e il Paese senza terra

Dal libro DONNE CON LO ZAINO. STORIE DI DONNE SEMPRE IN CAMMINO (Elliot ed.) in libreria dal 5 agosto, ecco il secondo podcast dedicato alla storia di Hevi, “Una cuoca dalla terra che non c’è”, capitolo: TRA PARTENZE E RITORNI. Hevi è una musicista curda immigrata in Italia; donna forte e straordinaria che ha condivisoContinua a leggere “podcast 2: Hevi e il Paese senza terra”

Uno zainetto carico di amore

Mi chiamo Anna Rita, ho 43 anni e vivo a Bari.  Da quando mi sono diplomata ho lavorato come impiegata contabile, ma nel tempo libero le mie passioni sono sempre state la lettura, la scrittura e il disegno. Un giorno, seguo un corso per imparare l’arte del pannolenci e scopro quanto mi piaccia realizzare piccoli pupazzettiContinua a leggere “Uno zainetto carico di amore”

Les invisibles/Le invisibili

(en français après la photo) Come molti amanti del cinema, preferisco di gran lunga vedere un film nelle sale cinematografiche che con gli home cinema ormai diventati dei veri e propri grandi schermi personali di fronte a comodi divani di casa. Per me il cinema infatti resta il rito collettivo che amo: uscire da casa,Continua a leggere “Les invisibles/Le invisibili”